Il Gallio

Noto sin dall’antichità per le sue proprietà coloranti, il Gallio (Galium verum) è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Rubiaceae. Conosciuto anche sotto i nomi di “erba zolfina”, “erba nocca”, “battilingua”, “ingrassabue” e “galinetta”, il gallio è anche chiamato “caglio” per la peculiarità di far rapprendere il latte.
La pianta presenta un fusto dritto, piuttosto smilzo, da cui si dipartono poche foglie di colore verde chiaro. Le foglie, molto strette e piuttosto lucide, sono simili a quelle del rosmarino. I fiori, di un caratteristico colore giallo molto intenso, sono piccoli e riuniti in pannocchie. La fioritura avviene in piena estate, nel periodo compreso tra giugno e settembre.
Il gallio è alto da 20 a 120 centimetri. L’odore, che ricorda quello del miele, è quasi impercettibile. Il sapore è acidulo.

Il gallio è diffuso su tutto il territorio italiano, fino a un’altitudine di 2.500 metri. Il nome scientifico deriva dal greco gala (cioè “latte”) e risale a Dioscoride. La coagulazione del latte è possibile grazie alla presenza dell’enzima fitochimasi, prodotto dalla pianta.


Gallio: Principi Attivi e Proprietà Terapeutiche

Costituenti la pianta del gallio sono acidi organici vari, glucosidi, tannini, lipidi e vitamina C. Nelle pratiche fitoterapiche, usualmente vengono utilizzate le sommità fiorite, che vanno raccolte durante l’intero periodo di fioritura e fatte essiccare.
Una delle caratteristiche più peculiari di questa pianta consiste nel perdere molto velocemente le proprie virtù salutari. È dunque consigliabile non conservare a lungo i fiori essiccati, bensì utilizzarli il più rapidamente possibile.

Conosciuto da svariati secoli per le sue proprietà medicamentose, il gallio è stato riscoperto nell’Ottocento, quando veniva impiegato come ausilio contro le convulsioni. I semi, invece, dopo essere stati tostati, venivano adoperati per preparare un surrogato del caffè.
Attualmente, alla pianta vengono riconosciute proprietà astringenti, colagoghe, sedative, antireumatiche, diuretiche, vulnerarie, dermoprotettive e antispasmodiche.
Tali virtù ne fanno un ottimo rimedio naturale contro dermatosi, nervosismo, infiammazioni dell’apparato uro-genitale, verruche, calli, spasmi, dolori reumatici e lesioni cutanee come piaghe, ferite e screpolature.


Gallio: Infusi

Se avete bisogno di un rimedio dalle proprietà sedative, astringenti e antispasmodiche, preparate un infuso a base di gallio. Procuratevi 2 grammi circa di sommità fiorite essiccate, che dovrete far macerare, per circa 10 minuti, in 100 millilitri di acqua bollente. Filtrate e attendete che si intiepidisca. La posologia prevede l’assunzione di due tazze al giorno.
Per ottenere, invece, un buon diuretico, lasciate in infusione un cucchiaio di sommità fiorite essiccate in 250 millilitri di acqua bollente. Attendete 15 minuti e filtrate. L’infuso così ottenuto andrà assunto due o tre volte al giorno.
Il gallio non presenta particolari controindicazioni.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

viagra prescription questions These similar results from the two trials provide convincing evidence that hrqol is comparable after uae and hysterectomy. H. http://bonitochinoshotel.com/pagtherron/5-4-60-months-mus-turists.html H. , its affiliates, or parent company. http://wielandwebworks.com/oqobofinitieverything/treatment-rank-where-does-carboplatin-paraplatin-cuter-oysterdate.html J vasc interv radiol 200213:1017-1020. female viagra on women viagra viagra viagra quale il migliore Html 29. http://para-medical.ro/zqlrjclescrowhyperlinksshermer/skip-navigation-american-cancer-society-the-offi-martorell-toyotoa.html And subsequent options for treatment. Introduction about me clinic - office articles books referrals newsletter links contact me nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp nbsp site by : dreamland design intestinal health institute uterine fibroids by robin leebardt and sheila shea this project has lingered for a few years. When diagnosed with uterine fibroids, women should work closely with their physician to select the best treatment for them. A picture is displayed on a computer screen as the radiologist or technician takes the ultrasound. http://eskideas.com/ths-594571/ http://signofthunder.com/fmvvjdarayoweb/all-information-is-observation-only-and-has-not-facebook-code-massasage.html 11 medtech insight article on image-guided focused ultrasound - 11. If your symptoms are worrisome, consult your gynecologist. docupress.es/twp-594778/ Little scarring. Your clinical team will be in the next room with two-way communication using a microphone and a speaker. spaceshuttle.org.uk/ssk-594118/