L’Olivo

Originario dei Paesi Arabi, l’Olivo (Olea europaea) è un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Oleaceae e conosciuto sin dall’antichità per le sue qualità medicamentose e per le ricchissime proprietà nutrizionali dei suoi frutti.
Alto fino a 15 metri, l’albero di olivo è riconoscibile per il fusto piuttosto tortuoso, di colore grigiastro. Le foglie, opposte e di forma ovale, sono grigie nella parte superiore e verdi in quella inferiore. I fiori, piccoli e riuniti in infiorescenze, sono di colore verde chiaro e sbocciano tra maggio e giugno. Il frutto, chiamato oliva o uliva, è una drupa ovoidale, da cui si ricava uno degli oli più utilizzati nella cucina tipica dei Paesi mediterranei.


Olivo: Principi Attivi e Proprietà Terapeutiche

Tra i principi attivi della pianta di olivo vi sono l’oleuropeina (sostanza amara contenuta nelle foglie), glucosidi, resine, fitosteroli e colina.
Nelle pratiche fitoterapiche, vengono impiegate per lo più le foglie e l’olio ricavato dai frutti.
L’olivo ha proprietà antinfiammatorie, febbrifughe, antiemorroidarie, astringenti, drenanti, antisettiche, cicatrizzanti, lassative, coleretiche, colagoghe, ipoglicemizzanti, spasmolitiche, vasodilatatrici, lenitive e antireumatiche.
Trattamenti a base di foglie o di olio di oliva vengono consigliati in caso di febbre, emorroidi, patologie intestinali, stipsi, ragadi, calcolosi, dermatosi e intossicazioni epatiche. Inoltre, le foglie fresche della pianta esercitano azione favorevole su pressione arteriosa, glicemia e colesterolo.
L’olio extravergine di oliva ha importanti proprietà nutrizionali. Composto per il 99% da lipidi, è ricco di antiossidanti, acidi grassi monoinsaturi e vitamine. Uno studio condotto presso il Miriam Hospital di Providence (Rhode Island, Usa) su un campione di 44 donne in sovrappeso dimostrerebbe, inoltre, come l’olio di oliva sia un ottimo alleato per perdere i chili di troppo.
L’olio di oliva non è soltanto il principe della tavola, ma anche uno degli ingredienti più diffusi nelle pratiche cosmetiche. Le sue proprietà lenitive ne fanno, ad esempio, un rimedio efficace contro la secchezza della pelle e dei capelli.


Olivo: Infuso e Decotto

Per guarire dalla febbre, potete preparare un infuso a base di foglie di olivo. Lasciate macerare 60 grammi di foglie secche in 1 litro di acqua. Trascorse ventiquattro ore, filtrate il tutto. L’infuso andrà bevuto, senza aggiunta di zucchero, lungo l’arco della giornata, fino alla completa scomparsa dei sintomi influenzali.
In caso di infezioni catarrali potete invece preparare un decotto. Fate cuocere 60 grammi di foglie di olivo in 1 litro di acqua per un quarto d’ora. Una volta intiepidito e filtrato, il decotto ottenuto andrà bevuto un po’ alla volta, in ventiquattro ore. La cura andrà ripetuta a giorni alterni.
L’olivo non presenta particolari controindicazioni, eccetto che nei casi di ipersensibilità verso uno o più dei suoi componenti.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *