L’Asperula

Molto diffusa nei boschi di montagna, fino a un’altitudine di circa 6.000 metri, l’Asperula (Asperula odorata) è un esemplare vegetale perenne appartenente alla famiglia delle Rubiacee.
Si tratta di una pianta facilmente riconoscibile perché tende a formare dei veri e propri tappeti erbosi. È caratterizzate, inoltre, da un fusto quadrangolare e da foglie di colore verde scuro, unite a formare delle stelle. I fiori, di colore bianco, sono molto piccoli. La fioritura avviene nel periodo primaverile, da aprile a giugno. L’odore è gradevole mentre il sapore è piuttosto acre.
Conosciuta anche sotto il nome di “stellina odorosa”, l’asperula veniva utilizzata in passato principalmente come cura corroborante e come deodorante naturale. I fiori della pianta, riuniti in mazzetti, sono ancora oggi impiegati per profumare la biancheria e per allontanare fastidiosi insetti. La pianta di asperula ha anche un utilizzo gastronomico.


Asperula: Principi Attivi e Proprietà Terapeutiche

Costituenti la pianta di asperula sono cumarine, lipidi e vitamina C. Contiene inoltre un pigmento di colore giallo, estratto dalla radice.
Per le pratiche fitoterapiche viene adoperata l’intera pianta ad eccezione della radice. Colta nel mese di aprile, all’inizio della fioritura, l’asperula va fatta essiccare in un ambiente ben aerato.
La pianta presenta diverse virtù terapeutiche che ne fanno uno dei rimedi primaverili più utilizzati. Ha infatti proprietà colagoghe, antisettiche, diuretiche, sedative, toniche, depurative, disintossicanti e vulnerarie. Viene per questo adoperata come rimedio a disturbi digestivi, cefalea, emorroidi, calcoli renali, patologie dell’apparato urinario e insonnia.
L’asperula è anche uno degli ingredienti principali di vini aromatici dalle qualità digestive, molto diffusi in Germania, Polonia e Belgio. Viene infine adoperata dai fumatori come surrogato del tabacco.


Asperula: Infuso e Controindicazioni

Se soffrite di insonnia, vi sarà utile un infuso a base di asperula. Per prepararlo, lasciate macerare 50 grammi di infiorescenze in un litro di acqua bollente. Trascorse due ore, filtrate e zuccherate a piacimento.
L’asperula è presente in commercio non soltanto all’interno di tisane, ma anche sotto forma di compresse.
L’assunzione di asperula é controindicata nei pazienti sottoposti a cure di anticoagulanti. Inoltre, ne è sconsigliato l’uso in gravidanza e durante l’allattamento.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *