Rimedi Naturali contro il Reflusso Gastroesofageo

Tipico dei neonati, che ne manifestano i sintomi nei primi mesi di vita fino alla fase dello svezzamento, il Reflusso Gastroesofageo può presentarsi anche in età adulta, in versione asintomatica o accompagnato da bruciore e fastidi.
Occorre innanzitutto distinguere i casi sporadici dalla vera e propria patologia, conosciuta con l’acronimo di MRGE, malattia da reflusso gastroesofageo. Chi è affetto da questo disturbo presenta, nella maggioranza dei casi, ulcere e lesioni dell’esofago, causate dal contatto dei succhi gastrici, fortemente acidi, con la mucosa dell’esofago stesso.


I sintomi sono vari. Il più comune è una sensazione di bruciore all’altezza della bocca dello stomaco. Spesso il bruciore si accompagna a tachicardia, nausea, rigurgiti e difficoltà nella deglutizione.

Ma quali sono le cause del reflusso gastroesofageo? Esistono rimedi naturali per alleviarne i sintomi?
Se parliamo della malattia da reflusso gastroesofageo e, dunque, di un problema non limitato a episodi occasionali, è bene tener presente che tra le cause potrebbero esserci alterazioni salivari o problemi nella motilità intestinale e nella funzionalità dello sfintere. Se il reflusso è un fenomeno che si manifesta quotidianamente, è importante recarsi al più presto dal proprio medico di fiducia, che diagnosticherà la patologia e provvederà ad indicare la terapia necessaria.

Per coloro che soffrono di reflusso gastroesofageo saltuariamente, ecco alcuni rimedi naturali di provata efficacia.
Se il bruciore allo stomaco non vi fa dormire, masticate della radice di liquirizia. La pianta, dotata di proprietà lenitive, vi porterà un immediato sollievo. Di aiuto potrà essere anche l’aloe vera, rimedio fitoterapico dalle molteplici qualità. Il gel di aloe vera, emolliente e calmante, andrà assunto ogni qual volta si presentino i sintomi.


Malva, camomilla e altea sono piante dalle proprietà antinfiammatorie, lenitive e calmanti. Per alleviare i sintomi del reflusso gastroesofageo, potete bere un infuso oppure procurarvi, in erboristeria, delle compresse o dei trattamenti in gel a base di malva, camomilla o altea. A tal proposito, saranno ugualmente efficaci infusi e tisane a base di passiflora e melissa.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *