L’Olmo

L’Olmo (Ulmus campestris) è un albero della famiglia delle Ulmacee, diffuso nelle zone submontane di tutta Italia, fino ad un’altezza di 1200–1300 metri.
Alto dai 15 ai 35 metri, la pianta presenta una corteccia molto scura e rugosa, piccoli rami posti longitudinalmente e grandi foglie ovali. I fiori, che sbocciano tra febbraio e aprile, sono ermafroditi e di colore rosso scuro. Il frutto è una samara di colore giallo, peduncolata. L’odore è impercettibile, il sapore aspro.
L’olmo è una pianta spontanea antichissima, probabilmente già presente nel periodo del Miocene inferiore. La sua caratteristica principale è la longevità. Un esemplare di olmo può infatti raggiungere i cinquecento anni di vita.


Olmo: Principi Attivi e Proprietà Terapeutiche

Costituenti l’albero di olmo sono mucillagine, tannino, silice e potassio.
In fitoterapia, vengono impiegate le foglie e la corteccia, che va tagliata a strisce ed essiccata al sole.
Noto agli antichi come rimedio al cattivo umore e alla caduta dei capelli, l’olmo ha proprietà astringenti, depurative, toniche, cicatrizzanti e sudorifere. Rappresenta, dunque, un ottimo rimedio contro diarrea, reumatismi, febbre, laringite, patologie intestinali e dermatosi.
Derivati dell’olmo vengono altresì impiegati come farmaco per la cura di acne giovanile, eczemi, herpes e impetigine.


Olmo: Decotto e Tisana

In caso di comparsa di eczemi, potrà esser utile un decotto a base di olmo. Per prepararlo, procuratevi circa 60 grammi di corteccia essiccata e lasciatela bollire in 1 litro di acqua. Quando la parte liquida si sarà dimezzata, togliete dal fuoco e lasciate riposare. Il decotto, zuccherato a piacimento, dovrà essere assunto nella misura di 2 o 3 tazzine al giorno.
Se il vostro problema è una forma di dermatosi, allora preparate una tisana di olmo. Fate bollire 200 grammi di foglie di olmo, 150 grammi di corteccia di sambuco e 20 grammi di radice di saponaria all’interno di 2 litri di acqua. Dopo mezz’ora, fate riposare e filtrate. La posologia è di 3 tazzine al giorno per una o due settimane.
L’olmo non presenta particolari controindicazioni.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *