Rosa Canina

La Rosa canina (Rosa canina) è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Rosacee, molto diffusa in Italia nei terreni incolti, sia nelle zone marine che in quelle montane, fino ad un’altitudine di 1300 metri. Caratterizzata da un fusto di colore verdastro, alto fino a 3-4 metri, la pianta si presenta con foglie imparipennate, ognuna formata da 5-7 foglie più piccole. I fiori, che sbocciano tra giugno e luglio, sono di colore rosa chiaro e piuttosto grandi. L’odore è delicato ma poco intenso, il sapore è acidulo.


Conosciuta dagli antichi per il suo potere cicatrizzante, la rosa canina deve il suo nome a Plinio il Vecchio, che racconta di come un soldato romano guarì dalla rabbia grazie ad un decotto a base di radici della pianta. Oggi ha, principalmente, una funzionalità decorativa e cosmetica.

Rosa Canina: Principi Attivi e Proprietà Terapeutiche

Grazie alle sue molte qualità medicamentose, la rosa canina viene largamente impiegata in fitoterapia. Le parti della pianta utilizzate sono i boccioli, le foglie e i frutti, che vanno fatti essiccare rapidamente e conservati in un luogo asciutto e areato. Costituenti la pianta sono tannini, pectine e vitamine (A, B, C, E K, PP), principi attivi preziosi che la rendono un toccasana contro diarrea, emorragie, piaghe, scottature e malanni invernali. La rosa canina ha, infatti, proprietà antinfiammatorie, balsamiche, astringenti, antiscorbutiche, diuretiche, lassative, cicatrizzanti, toniche e antidiarroiche. Nell’industria cosmetica, questa pianta viene utilizzata come ingrediente nei trattamenti per pelli delicate; nell’industria alimentare, viene impiegata nella preparazione di un particolare miele pregiato di colore rosa.


Rosa Canina: Decotto, Tisana e Infuso

Per ottenere un buon rimedio che rafforzi le difese immunitarie, sarà utile un decotto a base di rosa canina. Per prepararlo, fate bollire per qualche minuto pochi grammi di frutti di rosa canina (una manciata circa) in mezzo litro di acqua. Aggiungete del miele a piacimento. Il decotto va assunto due o tre volte al giorno. Per curare raffreddore e altri malanni di stagione, provate con una buona tisana di rosa canina: procuratevi un piccolo mortaio e schiacciate una manciata di frutti precedentemente essiccati. Lasciate il composto in infusione per qualche minuto in una tazza di acqua bollente. Fate intiepidire e assumete due o tre volte al giorno. Contro le infiammazioni della gola, potete invece preparare un infuso di rosa canina. Lasciate in infusione 25 petali di rosa in 1 litro di acqua bollente. Dopo 12 ore circa, filtrate e impiegate per gargarismi.

L’utilizzo di questo rimedio fitoterapico è controindicato per i bambini e durante la gravidanza. Inoltre, sebbene accada raramente, un sovraddosaggio può causare diversi effetti collaterali, come vomito, sonnolenza e crampi allo stomaco. È sempre preferibile, dunque, rivolgersi al proprio erborista di fiducia prima di iniziare qualsiasi terapia.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *