Il Noce

Il Noce (Juglans regia) è un albero caducifoglio appartenente alla famiglia delle Juglandaceae. Originario dell’Europa dell’est e dell’Asia, è oggi largamente presente su tutto il territorio italiano.
All’aspetto, presenta un tronco massiccio con corteccia grigiastra, foglie imparipennate di colore verde scuro e fiori a forma di spiga. I frutti sono delle drupe formate da una parte carnosa (mallo) e da un endocarpo legnoso che racchiude il gheriglio.
Sfruttato nell’antichità quasi esclusivamente nel settore alimentare, il noce è stato in seguito rivalutato per le sue qualità farmacologiche.


In fitoterapia, vengono adoperate principalmente le foglie e il mallo, ma anche la radice e la corteccia. Dal frutto, considerato un alimento ad alto apporto nutritivo, viene estratto un olio pregiato che costituisce un ingrediente molto diffuso in preparati cosmetici.

Noce: Principi Attivi e Proprietà Terapeutiche

Costituenti la pianta di noce sono tannini, juglone e un olio essenziale.
Il noce ha proprietà cicatrizzanti, antisettiche, astringenti, detergenti, toniche, vermifughe, depurative, purgative, febbrifughe, emmenagoghe e ipoglicemizzanti.
L’olio di noce, ottenuto attraverso un procedimento di pressatura dei gherigli, era utilizzato in passato principalmente nelle regioni settentrionali d’Europa. Oggi, l’olio di noci viene adoperato nell’industria alimentare, come ricostituente per convalescenti e, grazie alla notevole presenza di grassi polinsaturi, come ipocolesterolemizzante. Esso ha inoltre virtù siccative, il che ne fa un ottimo preparato per la pittura a olio.
Le foglie della pianta, dotate di proprietà astringenti e toniche, vengono impiegate sotto forma di decotti e infusi. Il mallo costituisce un potente colorante ed è per questo utilizzato come tintura naturale per capelli.
Infine, il frutto della pianta ha grandi proprietà nutritive: contiene sali minerali (zinco e rame), vitamine, glucidi e proteine in gran quantità, il che rende la noce uno dei frutti secchi più sostanziosi.


Noce: Infuso e Decotto

Per un buon infuso di noce con proprietà antiscrofolose, mettete a riposare 20 grammi di foglie in 1 litro di acqua bollente. Dopo circa 15 minuti, filtrate. La posologia è di tre o quattro tazze al giorno.
Il decotto di foglie di noce è invece utile per curare la tonsillite e le infiammazioni della cute e della bocca. Per prepararlo, fate bollire per pochi minuti 10 grammi di foglie in 300 grammi di acqua. Il preparato, filtrato e tiepido, può essere impiegato sia attraverso degli impacchi che come colluttorio.
Infine, se volete sfruttare le virtù digestive della pianta, preparate un secondo infuso mettendo a macerare un grammo di foglie in un decilitro di acqua. Bevetene una tazzina dopo i pasti.
La pianta di noce non ha particolari controindicazioni, ma è sempre consigliabile consultare il proprio medico prima di cominciare qualsiasi terapia.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *