La Fumaria

Fumaria

Fumaria

La Fumaria (Fumaria officinalis) è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Papaveracee, diffusa in tutto il territorio italiano lungo i viottoli di campagna, tra le macerie e nei campi coltivati, fino ad un’altitudine di 700 metri.
Alta dai 15 ai 70 cm, presenta un fusto verde e ramoso e delle foglie dentellate di colore grigio-verde. I fiori, porporini, sono piccoli e allungati e sbocciano nel periodo di aprile-settembre.
Il nome della pianta deriva forse dal tipico colore grigiastro delle foglie oppure dal sapore affumicato. Secondo un’antica leggenda, la pianta di fumaria non nasce da seme ma dalla sola terra: per questo motivo, e per il sapore amaro che la rende sgradevole al palato, ancora oggi viene chiamata “fiele della terra”.



Fumaria: Principi Attivi e Proprietà Terapeutiche

Costituenti la pianta di fumaria sono tannini, alcaloidi, potassio e un acido chiamato “fumarico”, contenuto anche in diverse qualità di funghi e tartufi. Le molte proprietà terapeutiche, note sin dall’antichità, la rendono una pianta molto apprezzata in campo fitoterapico.
La fumaria ha infatti virtù diuretiche, depurative, antiscorbutiche, aperitive, detergenti, stomachiche, lassative, toniche, epatoprotettive, antispastiche e ipotensive. Essa viene inoltre impiegata come regolatore della funzionalità del flusso biliare e come rimedio nei casi di costipazione.
In campo cosmetico, la fumaria è largamente utilizzata come ingrediente nella preparazione di gel e creme.



Fumaria: Infuso e Sciroppo

L’infuso di fumaria viene impiegato come depurativo del sangue e come cura contro gli ingorghi intestinali. Per prepararlo, mettete in infusione 100 gr di fumaria in 200 gr di acqua e fate risposare. Zuccherato a piacimento, l’infuso va preso due o tre volte al giorno per una settimana.
Se invece vi occorre un buon depurativo, lo sciroppo di fumaria è quello che fa al caso vostro. Procuratevi 40 gr di fiori e lasciateli in infusione in 1 litro di acqua a cui avrete precedentemente aggiunto 800 gr di zucchero. Lo sciroppo va preso ogni giorno, in piccole quantità.
L’utilizzo frequente di fumaria può causare sonnolenza o aumenti improvvisi di pressione. È quindi sconsigliata un’assunzione in dosi eccessive. È inoltre opportuno consultare il proprio medico in caso di gravidanza o allattamento.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *