L’Alloro

alloro

L’Alloro o Lauro comune (Laurus nobilis) è un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Lauracee. Molto comune in Italia, è diffuso principalmente nel territorio centro-meridionale, ma cresce spontaneamente anche nelle zone temperate del nord. Nel resto d’Europa, l’alloro si può trovare nelle zone con un clima non troppo rigido.
All’aspetto presenta un tronco glabro e foglie lanceolate di colore verde scuro con una leggera ondulazione ai margini. I fiori, che sbocciano nel periodo di aprile-maggio, sono bianco-giallastri. Può raggiungere un’altezza di 10 m, ha odore aromatico e un sapore acre.
Noto sin dall’antichità come simbolo di gloria e fama, è conosciuto oggi soprattutto per le sue virtù aromatiche che ne fanno un condimento popolare della cucina dei Paesi Mediterranei.



Alloro: Principi Attivi e Proprietà Terapeutiche

I costituenti della pianta di alloro sono tannini, germacranolidi, catechine, alcaloidi, acidi grassi polinsaturi e l’aurostearina, sostanza alla quale sono imputate le principali proprietà terapeutiche.
L’alloro non è una semplice pianta aromatica, dal momento che ha proprietà antisettiche, sudorifere, diuretiche, stimolanti, sedative e carminative.
Inoltre, dai frutti adeguatamente maturi, mediante un procedimento di pressione a caldo, è possibile estrarre una sostanza verde oleosa abbastanza grassa, l’Olio di Lauro, che viene adoperata nell’industria dei profumi.
L’alloro viene altresì impiegato in campo cosmetico dove è apprezzato per le sue qualità antisettiche, emollienti e purificanti, grazie alle quali costituisce un ottimo ingrediente per la preparazione di saponi e creme.



Alloro: Infuso e Decotto

Per preparare un buon infuso di alloro con proprietà digestive e stomatiche, mettete a riposare per 5 minuti 10 foglie di alloro in 1 litro di acqua bollente. L’infuso può essere zuccherato a piacimento e va bevuto caldo dopo i pasti.
Se invece il vostro problema è la sudorazione eccessiva dei piedi, il decotto di alloro può essere un valido alleato. Per ottenerlo, mettete una manciata di bacche di alloro in infusione. Una volta intiepidito, va utilizzato per un pediluvio rigenerante.
L’alloro non ha particolari controindicazioni, tuttavia si consiglia di consultare il proprio medico prima dell’assunzione, soprattutto in caso di gravidanza.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *