L’Erba Mate

Erba Mate

Erba Mate

L’infuso di Erba Mate (o Yerba Mate) è un ottimo alleato contro il cancro al colon. La scoperta si deve ad un gruppo di ricercatori americani che hanno osservato come i composti bioattivi presenti nella pianta sudamericana fossero in grado di distruggere le cellule tumorali del cancro al colon, riducendo allo stesso tempo anche alcuni importanti marcatori dell’infiammazione.
Lo studio, realizzato da un team di esperti dell’Università dell’Illinois, negli Stati Uniti, è stato pubblicato sulla rivista “Molecular Nutrition and Food Research”.


Erba Mate – Lo studio

Nel corso degli esperimenti, i ricercatori hanno isolato uno dei principi attivi presenti nell’erba mate, l’acido caffeilchinico (CQA), ed hanno trattato le cellule del cancro con questa sostanza. Si è notato che, in seguito all’esposizione all’acido affeilchinico, il DNA delle cellule cancerose subiva dei danni tali da innescare un processo di apoptosi, che determina l’autodistruzione delle cellule stesse.

Gli studiosi sono molto soddisfatti dell’esito della ricerca e sostengono che, svolgendo tutti gli approfondimenti del caso, l’erba mate potrebbe rivelarsi utile non soltanto contro il cancro al colon, ma anche nel trattamento di diverse altre forme di tumore.

Altri Benefici dell’Erba Mate

L’erba mate è una pianta diffusa nell’America meridionale il cui infuso, noto anche come tè argentino, è dotato di numerose virtù benefiche: ha proprietà antiossidanti, dovute all’ottimo contenuto di polifenoli presenti nella pianta, determina effetti termogenici, quindi facilita lo smaltimento del grasso corporeo, e svolge azione diuretica, disintossicante ed energizzante.
Inoltre, questa bevanda, ricca di sali minerali, di vitamine e di aminoacidi, fornisce all’organismo un buon apporto di principi nutritivi indispensabili e favorisce l’equilibrio metabolico.


Dove trovare l’Erba Mate – Controindicazioni

Potete trovare le foglie di erba mate nelle erboristerie e nelle botteghe che vendono prodotti del commercio equo e solidale.
L’assunzione di infuso di mate è sconsigliata alle donne durante la gravidanza e l’allattamento e, a causa degli effetti eccitanti dovuti alla presenza di caffeina, anche a coloro che soffrono di ipereccitabilità o di cardiopatie.

di Giuseppe Iorio



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. pietro ha detto:

    non so, ma questo articolo mi ha riportato alla mente ricordi lontani: avevo una mia cognata argentina che ogni pomeriggio me lo fece assaggiare e per un certo periodo l’ho bevuto insieme a lei; ed era ottimo, a me piaceva; ma ora non lo bevo più perchè lei è morta dopo il parto.
    e

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *