La Calendula

Calendula

Calendula

La Calendula (Calendula officinalis) è una pianta erbacea annuale che appartiene alla famiglia delle Composite. Molto diffusa nei Paesi del bacino del Mediterraneo, questa pianta cresce spontaneamente nei prati incolti, ai bordi delle strade e nei campi.
I colori vivaci dei suoi fiori, giallo oro ed arancio, fanno sì che la calendula sia spesso coltivata come pianta ornamentale. I fiori possono essere raccolti dall’inizio dell’estate all’autunno inoltrato, ed è possibile essiccarli, conservandoli poi al buio, in recipienti di vetro o di porcellana.


Calendula: Proprietà Terapeutiche

Le foglie e i fiori della calendula sono ricchi di flavonoidi, di carotenoidi (beta-carotene in particolare), di luteina, di licopene e di xantine.

Le sue virtù terapeutiche sono numerose. Per uso interno, svolge azione antinfiammatoria, antispasmodica, coleretica, emmenagoga (stimola l’afflusso di sangue nell’area pelvica e nell’utero, favorendo il flusso mestruale) e antidismenorroica (allevia i dolori mestruali). È indicata per coloro che soffrono di infiammazioni del sistema digerente, come gastriti, coliti e morbo di Crohn.

Per uso esterno, invece, la calendula è dotata di proprietà cicatrizzanti, antisettiche, riepitelizzanti , lenitive ed emollienti, caratteristiche che la rendono indicata in caso di ferite, scottature, punture di insetti, foruncoli, arrossamenti.

In campo cosmetico, viene utilizzata come ingrediente base di prodotti per idratare la pelle secca e per il trattamento della cellulite.



Calendula: Infuso, Tintura e Controindicazioni

Per preparare un buon infuso, versate 2 cucchiaini di fiori di calendula essiccati in 200 ml di acqua bollente, lasciateli in infusione per 10 minuti, poi filtrate.

Tre tazze al giorno di questo infuso contribuiranno a regolarizzare il vostro flusso mestruale e a contrastare le infiammazioni croniche dell’intestino.

Per la tintura di calendula, dovete mettere a bagno 20 grammi di fiori in 100 ml di alcol al 60% e lasciarli per 10 giorni, trascorsi i quali provvederete a filtrare. Questa tintura può essere usata per lenire numerose irritazioni cutanee.

La calendula va assunta con molta cautela durante i primi mesi di gravidanza èd è controindicata nei casi di allergia alla pianta o alle Composite.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *