La Menta

Menta

Menta


La Menta è una pianta erbacea perenne che appartiene alla famiglia delle Labiate e che viene utilizzata sin dai tempi più antichi per le sue numerose virtù benefiche. Esistono diverse specie di menta, quelle più diffuse sono la menta piperita, quella acquatica, quella romana e quella longifolia.
Di solito, la menta cresce in pianura ma è possibile trovarla anche fino ai 700 metri di altezza, purchè la zona sia riparata del vento e abbia una discreta esposizione al sole. In fitoterapia, vengono utilizzate le foglie della pianta, di colore verde scuro, e le sue sommità fiorite.



Le proprità aromatizzanti, digestive, carminative, analgesiche, antispasmodiche, antisettiche e balsamiche della menta si devono al mentolo, ai tannini e ai flavonoidi presenti nelle foglie della pianta.

Uno degli impieghi terapeutici più comuni della menta è costituito dal trattamento dei disturbi gastro-intestinali: il mentolo contribuisce a rilassare il tratto intestinale, a stimolare l’appetito, aumentando la secrezione biliare, e ad alleviare i dolori provocati da eccesso di gas. La menta giova in caso di colon irritabile, gastrite, duodenite, colite e crampi allo stomaco.

Le proprietà analgesiche della menta sono state recentemente dimostrate da alcuni studiosi dell’Università di Newcastle, in Inghilterra, i quali hanno effettuato dei test sulla menta brasiliana (Hyptis crenata), usata dai guaritori locali come uno straordinario rimedio per alleviare il dolore accusato dai propri pazienti. I ricercatori hanno confermato le virtù della pianta, sostenendo che la menta brasiliana è dotata di efficacia paragonabile addirittura a quella di un antidolorifico sintetico come l’indometacina, un farmaco antiinfiammatorio non steroideo, con il vantaggio di non comportare alcun effetto collaterale.

L’azione balsamica di questa pianta, inoltre, la rende un rimedio ottimale in caso di mal di gola, raffreddore, faringite e bronchite, dato che essa contribuisce a ridurre le infezioni a carico dell’apparato respiratorio.

Dotata di proprietà antipruriginose, la menta è indicata in caso di punture di insetti, eczemi e altre irritazioni cutanee, mentre l’azione antiemetica ne fa un buon rimedio per il mal di mare o il mal di auto, visto che aiuta a contenere i conati di vomito.



Infine, la menta è ottimale per i problemi di alitosi: masticando le foglie fresche della pianta, oppure effettuando dei gargarismi con un infuso, l’alito torna fresco e profumato.

La menta è disponibile in erboristeria sotto forma di foglie secche, ideali per gli infusi, ma anche come tintura madre oppure come olio essenziale, da preferire per il trattamento dei problemi di stomaco e intestino.

Per preparare un buon infuso di menta, versate un cucchiaino di foglie secche in una tazza di acqua bollente, lasciatele in infusione per 10 minuti, quindi filtrate e bevete.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *