L’Iperico

Iperico

Iperico

L’Iperico (Hypericum perforatum), noto anche come “erba di San Giovanni” o “erba delle streghe”, è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Hypericaceae e che cresce spontaneamente lungo i bordi delle strade o nei terreni incolti.
Dalle sommità fiorite della pianta, nelle quali sono contenuti i principi attivi, si ricava un olio assai benefico, che svolge azione antisettica, cicatrizzante, anestetica, antinfiammatoria e decongestionante.

Iperico: Principi attivi

Tra i principi attivi presenti nell’iperico possiamo ricordare i flavonoidi (iperoside, rutina, quercitrina, isoquercitrina), i naftodiandroni (ipericina e pseudoipericina), gli xantoni e i tannini.


Iperico: Uso esterno

Questa pianta è considerata uno dei rimedi naturali più indicati per le lesioni della cute, in quanto favorisce la cicatrizzazione e allevia il dolore. Quindi, l’iperico è ottimale in caso di ferite, piaghe da decubito, punture di insetti, dolori articolari, contusioni, gonfiori.

Inoltre, è eccellente per le ustioni e per le scottature dovute ad una lunga esposizione ai raggi solari.
Difatti, oltre a fornire sollievo immediato alla parte interessata, contribuendo ad eliminare arrossamenti e bruciori, quest’olio contrasta i danni provocati alla pelle dei raggi ultravioletti, il che lo rende anche un validissimo prodotto doposole.

L’olio di iperico è particolarmente efficace anche per rendere meno evidenti le smagliature e i segni dell’acne.
Rappresenta un toccasana per la pelle secca e screpolata, donando alla cute elasticità e morbidezza, ed è perfetto per prevenire la comparsa di rughe e contrastare l’invecchiamento della pelle: basta applicarlo ogni sera sul viso e sul collo per avere risultati visibili nel giro di una decina di giorni.

Iperico: Uso interno

Alcune ricerche hanno dimostrato che gli estratti di iperico sono dotati di effetti superiori al placebo nel trattamento delle forme lievi di depressione. I fitopreparati di iperico, infatti, sembrano in grado di inibire la ricaptazione dei neurotrasmettitori come la serotonina, la dopamina e la noradrenalina, proprio come alcuni farmaci antidepressivi.
Questo rimedio è indicato anche per placare l’ansia, rasserenare l’umore e combattere l’insonnia.


Come preparare l’Olio di Iperico

Per uso esterno, l’iperico viene utilizzato sotto forma di oliolito, cioè come concentrato oleoso che si ottiene dalla macerazione delle sostanze funzionali delle piante in un olio vegetale.

Per ottenere un buon preparato fatto in casa, dovete versare 30 g di fiori freschi di iperico in un vaso di vetro trasparente a chiusura ermetica, quindi aggiungere 100 ml di olio di oliva, preferibilmente extravergine.
Successivamente, dovete esporre il vaso chiuso al sole per 20-30 giorni, capovolgendolo di tanto in tanto per favorire l’estrazione dei principi attivi.
Infine, filtrate l’olio con un panno di cotone o una garza e conservatelo in una bottiglia di vetro scuro, al riparo dalla luce.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *