Anticellulite, la frutta aiuta

Frutta

Per combattere la cellulite bisogna innanzitutto cambiare abitudini alimentari e seguire una dieta mirata e bilanciata. Lo ripetono da anni medici e nutrizionisti che raccomandano caldamente di iniziare a tavola qualsiasi terapia per eliminare la cellulite.
Non basta fare sport, utilizzare prodotti anticellulite e ricorrere alla chirurgia estetica. Per risolvere il problema alla radice ed evitare che si ripresenti nel corso degli anni, è fondamentale seguire una corretta alimentazione.

La dieta anticellulilte ideale dev’essere equilibrata e soddisfare in modo esaustivo il fabbisogno nutritivo di ciascuno di noi, in base alle abitudini di vita ed al metabolismo individuale. Una visita da un dietologo esperto è senza dubbio utile per definire in modo più preciso le esigenze specifiche di ogni soggetto, e stabilire il giusto apporto di carboidrati, proteine e vitamine. In generale, però, è sufficiente aver cura di evitare i cibi troppo grassi e salati, mangiare tanta frutta e verdura, e bere tanta acqua.



La frutta, in particolare, è un ottimo anticellulite naturale, da consumare a fine pasto, a merenda e come spuntino pomeridiano. Ricca di vitamine e acido ascorbico, infatti, la frutta aiuta a proteggere i capillari e migliora la microcircolazione periferica, principale responsabile degli inestetismi cutanei più diffusi, come cellulite e pelle a buccia d’arancia. L’alto contenuto di acqua e sali minerali, inoltre, ha un effetto diuretico e disintossicante contro la ritenzione idrica e l’adiposità localizzata.

I frutti di bosco (lamponi, mirtilli, fragole) sono ideali contro la cellulite, ricchissimi di antiossidanti naturali e bioflavonoidi, che rafforzano vene e capillari ed assicurano una forte azione drenante.
I kiwi e gli agrumi in generale (limone, lime, arancia, pompelmo, mandarini e mandaranci) sono tra i frutti più ricchi di Vitamina C: ottimo coadiuvante nelle terapie anticellulite, protegge la microcircolazione e favorisce l’eliminazione delle tossine.
Mele, pere, banane e tutti gli altri frutti hanno un alto contenuto di potassio, una sostanza indispensabile nelle diete alimentari anticellulite.
Ananas, ciliegie e papaia, infine, sono i frutti anticellulite per eccellenza. Essi contengono degli enzimi specifici che hanno un indiscusso effetto anticellulite, tanto che sono utilizzati nei principali rimedi fitoterapici ed erboristici contro la cellulite e gli inestetismi cutanei localizzati.
La maggior parte di queste sostanze attive, però, è contenuta nelle parti non commestibili di questi frutti: il gambo dell’ananas e delle ciliegie e le foglie della papaia. E’ consigliabile, quindi, assumerle attraverso un decotto, tisane o in capsule anticellulite acquistabili in farmacia e nei negozi specializzati.



In definitiva, dunque, la frutta rappresenta una valido alleato nelle terapie anticellulite.
I dietologi consigliano di assumere fino a 5 porzioni di frutta al giorno, distribuite equamente nell’arco dalla giornata. Un’ottima abitudine, ad esempio, è acquistare uno yogurt bianco ed arricchirlo con pezzi di frutta fresca, per colazione. Consumare abitualmente succhi di frutta durante gli spuntini, inoltre, è un’ottima occasione per combinare insieme liquidi e frutta, fondamentali nella lotta alla cellulite. Abbiate cura, però, di scegliere sempre succhi di frutta al 100% ed evitate di esagerare con gli zuccheri, perché, è bene ricordarlo, anche il fruttosio è un glucide ricco di calorie.

Cellulite: Descrizione, Cause, Rimedi e Trattamenti



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *