La Liquirizia

La Liquirizia

La Liquirizia

La liquirizia cresce nei terreni ricchi e umidi di tutto il mondo, a condizione che il clima sia piuttosto caldo: attorno al Mediterraneo, nel sud degli Stati Uniti, Asia sud-occidentale. Della famiglia delle leguminose, questa pianta cresce in cespugli alti fino a 1 metro. Le foglie di questa erba sono di un delicato color verde e sono composte da 9-17 foglioline oblunghe. I Fiori a grappoli, sono blu o viola. Ma sono soprattutto le radici che vengono utilizzati per le innumerevoli proprietà benefiche.

Il suo nome scientifico, Glycyrrhiza deriva dal greco glucus (dolce) e rhiza (radice). Chi non ha mai masticato una radice di liquirizia? Questi pezzi di radice sono ricchi di potenti principi attivi: cumarine, oli essenziali, flavonoidi (antiossidanti) e saponine, tra cui la glicirrizina (e l’acido glicirrizinico). Sono queste ultime due sostanza le principali responsabili delle proprietà benefiche della liquirizia sul fegato, come espettorante e antinfiammatorio. Ma la Glicirrizina ha un inconveniente: può causare Ipertensione e Edema.



La Liquirizia: Indicazioni, Proprietà e Benefici

Uno studio che ha coinvolto 82 persone, seguite per due anni per problemi di Ulcera gastrica, hanno mostrato che l’estratto di liquirizia è efficace come un farmaco per il trattamento dell’ Ulcera gastrica (Cimetidina). La Liquirizia stimola la produzione di secrezioni dello stomaco e protegge dall’Ulcera. Un recente studio ha dimostrato che l’estratto di liquirizia (0,1 g al giorno) ha ridotto il colesterolo e i lipidi nel sangue di soggetti affetti da problemi cardiovascolari. La Glicirrizina e l’Acido Glicirrizinico rallentano lo sviluppo dei virus. Ricercatori americani sono riusciti a eliminare il virus dell’herpes simplex e ricercatori giapponesi hanno ottenuto risultati incoraggianti nei pazienti con AIDS. Le principali indicazioni della liquirizia:

  • Infiammazione delle vie respiratorie
  • Mal di gola, tonsillite, tosse
  • Infezioni virali (raffreddore, herpes, …)
  • Prevenzione delle malattie
  • Ulcere duodenali o gastriche
  • Gastrite cronica
  • Insufficienza surrenalica
  • Artriti e reumatismi
  • Allergie
  • Ulcere
  • Problemi al fegato: ittero, avvelenamento …
  • Stimolazione del sistema immunitario
  • Eczema, psoriasi, herpes.



EFFETTI COLLATERALI / CONTROINDICAZIONI

L’eccessivo consumo di liquirizia (50g al giorno, che è una quantità enorme) su un lungo periodo (più di 6 settimane) possono portare ad un qualche tipo di avvelenamento con sintomi più o meno gravi: ipertensione, mal di testa, letargia, ritenzione di liquidi e di sodio, perdita di potassio.

In generale, è consigliabile evitare l’assunzione di liquirizia in caso di: ipertensione arteriosa, carenza di potassio, insufficienza renale e in gravidanza.

Ci sono possibili interazioni con farmaci diuretici e alcuni corticosteroidi. Liquirizia potenzia questi farmaci. Se si stanno utilizzando contraccettivi orali, evitare di mangiare dosi elevate liquirizia, che contengono ormoni vegetali.



Iscriviti alla newsletter!
E-Mail:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *